You are here
Home > Consigli di Viaggio > I labirinti più belli d’Italia

I labirinti più belli d’Italia

Avete mai trovato niente di più affascinante e contorto di un labirinto? Quante volte avete giocato con i labirinti di una settimana enigmistica? Nel passato i labirinti hanno scatenato le fantasie di molti diventando punti fermi di miti, religioni filosofia e arte.

Ancora oggi il mito del labirinto è vivo, soprattutto attraverso l’idea del perdersi per ritrovare sè stessi attraverso il contatto con il verde. In Italia ci sono sono numerosi i labirinti da poter visitare e nel quale immergersi.

Il labirinto di Villa Pisani1- Labirinto di Villa Pisani.

Il labirinto più famoso in Italia probabilmente è il labirinto di Villa Pisani declamato anche da D’annunzio nei suoi versi. La costruzione di Villa Pisani inizia nel 1721 e viene arricchita di uno stupendo labirinto di siepi di Bosso. Il parco viene progettato basandosi su assi ottici con sullo sfondo le scuderie dei cavalli. Nel labirinto prendeva piede il gioco tra dama e cavaliere (segnalo che da novembre a marzo potrebbe essere chiuso).

labirinto culturale di Fontanellato2-Labirinto culturale di Franco Maria Ricci.

L’eterno Peter Pan Franco Maria Ricci ha sempre amato i labirinti e ha progettato a Fontanellato quello che è definito il più grande labirinto verde al mondo. Ben 300 metri quadri di superficie e 8 ettari di labirinto con 3 chilometri di percorso. Il parco “rampicante” si inserirà all’interno di n progetto più ampio comprendente un parco dell’arte in collaborazione con l’Associazione Castelli del Ducato (Labirinto che dovrebbe essere inaugurato nel 2015).

Labirinto di Villa Garzoni a Collodi3- Labirinto di Villa Garzoni a Collodi.

L’ombra di Pinocchio aleggia su un palazzo di fine 600 che nasconde un labirinto intimo e barocco dove una volta, nelle sue zone d’ombra, si incontravano dame e cavalieri.

castello di San Pelagio4-Gli specchi e il Minotauro nel castello di San Pelagio (Padova)

Il Castello di San Pelagio custodisce due splendidi labirinti: quello del minotauro e quello degli specchi. Al Minotauro si arriva superando un intrico di vicoli imbattendosi in Arianna con il suo gomitolo. Un vero incrocio tra la mitologia del labirinto di Cnosso con il mito di Icaro ed i labirinti romantici patria di giochi amorosi. Più semplice invece è il Labirinto degli Specchi formato da una via unica senza incroci critici e vicoli ciechi.

Il Catello di Masino a Caravino5- Il Castello di Masino a Caravino

Il castello di Masino troneggia su un esteso territorio tra Ivrea, Vercelli e Valle d’Aosta. Sia il castello che il parco ha subito vari cambiamenti nei secoli e l’attuale modello deriva dalla sistemazione all’inglese della prima metà del ‘900.

Il labirinto di Parco della Preistoria6- Il labirinto di Parco della Preistoria.

Si tratta di un labirinto a Cremona in un bosco secolare affacciato sul fiume Adda esteso su 100 ettari. Stupendo per un bel giro in bici anche perché l’itinerario è troppo lungo da fare a piedi.

Il labirinto Vinicolo di Kranzelhof a Merano7- Il labirinto Vinicolo di Kranzelhof a Merano.

Nato dall’ampliamento di una tenuta vinicola, il labirinto vinicolo di Kranzelhof è decisamente unico. Un vero manifesto dell’ecologia tra fioriture tradizionali e passioni per il green.

Il giardino dei Boboli8- Il giardino dei Boboli.

Giardino di Boboli nello stupendo parco della Reggia dei Medici che ospita la famosa Fontana dei Mostaccini.

Lascia un commento

Top